Capitol Hill, le donne che si oppongono a Donald Trump

Capitol Hill, le donne che si oppongono a Donald Trump

Durante l’assalto a Capitol Hill la partecipazione femminile è stata nutrita. Nonostante la tutt’altro che segreta misoginia di Donald Trump, ci sono donne che hanno sostenuto e continuano a sostenere il 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America. Ma dopo i fatti del 6 gennaio non sono mancate le voci di quante si sono mostrate apertamente contrarie alla politica del tycoon sin dai tempi della campagna elettorale e, a sorpresa, anche di coloro che hanno fatto parte del suo entourage e partecipato attivamente al suo esecutivo.

Tra le prime ad aver espresso con decisione il proprio dissenso, c’è la presidentessa della camera dei rappresentanti degli Stati Uniti d’America, Nancy Pelosi. Durante l’attacco ha richiesto l’intervento della Guardia Nazionale e subito dopo l’attacco ha invocato il 25esimo emendamento della Costituzione americana che consentirebbe al vicepresidente, Mike Pence, e alla maggioranza dei membri del governo di rimuovere il presidente se per qualche ragione non fosse più in grado di ricoprire il proprio ruolo. Pence assumerebbe così a tutti gli effetti il ruolo di presidente nei pochi giorni che restano prima dell’effettiva entrata in carica di Joe Biden. Non è la prima volta che Pelosi contesta l’operato di Trump. Già qualche tempo, a settembre del 2019, la procedura di impeachment era stata avviata dalla presidentessa a seguito

A favore della rimozione si sono espresse anche le due deputate Ilhan Omar e Alexandria Ocasio-Cortez. Omar la sera stessa della violenta incursione all’interno del Campidoglio ha scritto un lungo tweet, sostenendo l’idea che la rimozione del presidente sia necessaria per “preservare la repubblica” e per “rispettare il nostro giuramento”. Ocasio-Cortez è stata decisamente più sintetica: “Impeach”.

Un fatto così grave non ha scosso solamente le avversarie di “The Donald”.
“I disordini mi hanno profondamente turbato” ha dichiarato Elaine Chao, l’ormai ex ministra dei Trasporti. Seguita da Betsy DeVos, tra i più strenui difensori dell’operato del presidente e ministra dell’Istruzione dimissionaria. Nella lettera con cui ha lasciato il suo incarico, ha duramente criticato quanto accaduto, definendo “inconcepibili” le azioni dei sostenitori di Trump e ha indicato come indubbia causa scatenante dei fatti la retorica aggressiva del presidente uscente. E la senatrice repubblicana Lisa Murkowski, intervistata dall’Anchorage Daily News e dall’Alaska Public Media, non ha usato mezzi termini: “”Non posso più tacere, voglio che Trump si dimetta. Lo voglio fuori. Ha causato abbastanza danni”.

A queste si aggiungono Stephanie Grisham, capo dello staff di Melania Trump, Rickie Niceta, segretaria della First Lady Melania Trump per gli affari sociali, e Sarah Matthews, vice addetta stampa di “The Donald”, definitasi “profondamente turbata da ciò che ho visto oggi”, che hanno deciso di abbandonare i propri ruoli per prendere le distanze da quanto successo.

Nel 1920 le donne americane hanno ottenuto il diritto di votare i propri rappresentanti e nel 2020 una donna, Kamala Harris, è stata eletta vicepresidente per la prima volta nella storia degli Stati Uniti. In 100 anni sono stati raggiunti tanti traguardi e, anche se la strada per raggiungere la parità è ancora lunga, di sicuro le donne non hanno più paura di dire forte e chiaro “I dissent”. E non sono disposte ad accettare un “No, you can’t” come risposta.

Eleonora Panseri

Questo articolo si inserisce in un progetto condiviso con i colleghi della scuola Walter Tobagi di Milanoqui trovate tutte le riflessioni ispirate dall’assalto di Capitol Hill.

3 risposte a “Capitol Hill, le donne che si oppongono a Donald Trump”

Rispondi a Le mille storie di Capitol Hill – La Città sulla Collina Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: